Dropshipping per l’ecommerce: cosa è, per chi è e quali vantaggi offre?

235
3
cosa è dropshipping

Amici e amiche di TheWebFocus benvenuti!
Hai mai sognato di sviluppare un’idea imprenditoriale basata sulla vendita di prodotti online, ma senza gestire fornitori, merci, scorte e spedizioni? Credi sia solo un sogno? No, non lo è, si chiama dropshipping. cosa è dropshipping

Cosa è il Dropshipping?

Il dropshipping è un vero e proprio modello di vendita incentrato sul commercio elettronico, che prevede come unico investimento iniziale il costo di realizzazione del sito da utilizzare per le vendite in internet. cosa è dropshipping

Dropshipping significa che noi non produciamo niente, ma facciamo da intermediario tra noi (dropshipper), venditori (a destra) e clienti(a sinistra).

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da TheWebFocus (@thewebfocus) in data:

 

Soluzione diffusa tra tutti quei venditori interessati a proporre agli utenti l’acquisto di articoli non posseduti realmente, ma messi a disposizione del pubblico tramite appositi accordi tra esercenti e produttori: chi possiede uno store del genere si limita quindi a fare da tramite tra il fornitore ed il consumatore, senza doversi preoccupare di reperire-consegnare il prodotto. cosa è dropshipping

Per avviare un negozio online di successo sfruttando il dropshipping è necessario concentrarsi sui seguenti steps:

  1. Sviluppo sito eCommerce (potete crearla direttamente voi stessi mediante Shopify, oppure avreste bisogno di una web agency e vi consiglio ComunicaIn)
  2. Inserimento dei prodotti
  3. Sponsorizzazioni
  4. Vendita prodotti
Ad esempio i potenziali clienti compreranno direttamente sul nostro store a 50€ il prodotto che il fornitore vende a 20€. Solo dopo che l’acquisto verrà effettuato da noi quell’ordine verrà inoltrato al fornitore che sbrigherà tutto il resto.
Il nostro guadagno sarà di 30€ a cui dobbiamo sottrarre il costo della pubblicità (grafica, ads, pubblicità, etc…).
L’abilità sta quindi nel promuovere la vendita migliorando l’attività promozionale e quindi scalare.
lo ripetiamo 20-30 volte al giorno ed il gioco è fatto!
cosa è dropshipping

Ipotizziamo che un utente entri nel tuo e-commerce e compri della merce. Quando i suoi soldi arrivano nel tuo conto PayPal, tu ricevi via posta elettronica due notifiche: una di avvenuto pagamento dalla stessa PayPal ed una di ordine effettuato dal sito.

A questo punto puoi prenotare-pagare al produttore (fornitore) l’articolo necessario, specificando l’indirizzo dell’utente per consentirgli di procedere in modo autonomo con la spedizione della merce. cosa è dropshipping

Il margine di profitto di questa operazione corrisponde al totale pagato dal cliente, meno il prezzo del produttore, meno i costi pubblicitari necessari a sponsorizzare sia il tuo sito ecommerce, sia anche il prodotto in questione. cosa è dropshipping

Lo sviluppo di una valida campagna di marketing, che permetta di trovare-attirare quanti più clienti possibile, utilizzando servizi di posizionamento dei siti, pubblicità online su Google o Facebook, ecc…

Chiaramente sono tanti gli aspetti da tenere in considerazione, ma su tale argomento scriverò molto con guide e corsi: la ricerca di un fornitore affidabile che si occupi in modo autonomo di fattori quali, ad esempio, la gestione del magazzino, l’inventario, lo stoccaggio, la spedizione-ricezione dei prodotti, ecc…

Quali sono i vantaggi

Ma quali sono i reali vantaggi apportati dal dropshipping per chi vende e per chi produce?
Il venditore è libero scegliere il target di utenti a cui rivolgersi, gli articoli da proporre e i paesi su cui puntare nel corso del tempo. Inoltre, non essendo costretto a possedere la merce in casa, può tranquillamente evitare di gestire problematiche logistiche legate a magazzino, acquisto-consegna prodotti, ecc.

I vantaggi per il dropshipper sono:

  1. nessun magazzino: non dobbiamo acquistare niente, ma solo quando compra il cliente;
  2. capitale basso: se si fa come fare le cose, con una buona guida per strutturare il tutto non si perde denare: indicativamente 100€ sono sufficienti per avviare il tutto, ma come consiglio io un capitale un po’ più grosso circa 300 euro anche per essere più sereno;
  3. scalabilità: è un business che iniziamo con pochissimo capitale, e una volta avviate le campagne e prodotti i primi guadagni scaliamo alle stelle;
  4. gestione senza limiti di spazio: possiamo viaggiare, non avremo bisogno fisicamente di niente, solo impegno digitale.

Il produttore ha la possibilità di aumentare le vendite, senza dover perdere tempo a presentare il prodotto per farlo conoscere-apprezzare dal pubblico. cosa è dropshipping

Ora che ti abbiamo spiegato cos’è il dropshipping per e-commerce, vorremmo spendere qualche parola anche per descrivere l’effettivo processo di scambio commerciale tra le tre figure cardine di questo sistema innovativo: quella del fabbricante, quella dell’esercente e quella del consumatore.

Proprio per questo bisogna cogliere l’occasione e avventurarsi in questo settore ora che l’Italia è ancora ai primi stadi.

La concorrenza in Italia non è ancora eccessiva: siamo molto indietro in questo settore rispetto a paesi come Stati Uniti, Cina o Inghilterra. Solo pochissime delle nostre aziende hanno deciso di ampliare la propria offerta con questo sistema o dal lato inverso di proporre i propri prodotti ad affiliati con questo metodo. Proprio per questo il dropshipping rappresenta oggi un valido sistema: un modo semplice, immediato ed efficace per fare business online senza rischiare molto (piccoli investimenti iniziali), a parte quelli legati alla gestione del sito col rischio di arricchirsi tanto.

Adesso tutto è più chiaro? Avete domande? Lasciate tutto nei commenti e sarò lieto di rispondervi!

Stay tuned!

3 Commenti

    • certo, ci sono tanti metodi ed è uno degli aspetti più delicati in quanto tutto quello che faremo dopo dipenderà soprattutto dalla scelta del prodotto

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui